Alessandro Gualtieri
 

La Prima Guerra Mondiale in Italia

LE DONNE


DAL 24 luglio IN EDICOLA CON  L'ESPRESSO

 

Per raccontare la guerra di un secolo fa “l’Espresso” ha realizzato la serie di libri “La Prima Guerra Mondale in Italia”. La collana è divisa in due parti: le Voci, quattro volumi dedicati agli anni di guerra e le Immagini, sei volumi che ne raccontano visivamente i protagonisti . Il volume de le Immagini, interamente dedicato alla Prima Guerra Mondiale delle Donne, a cura di Alessandro Gualtieri, sarà in edicola con l'Espresso dal 24 luglio 2015.

 

Alessandro Gualtieri firma il Volume 8 della raccolta edita da Repubblica-L'Espresso, interamente dedicato alle Donne della Grande Guerra. Un esercito "parallelo" che fu coinvolto anche nel conflitto sociale generatosi lontano dalle trincee, in quel grande campo di battaglia e dolore che fu il fronte interno.

La Guerra Mondiale del 1914-1918 fu il primo conflitto della storia in cui le macchine fotografiche giunsero al fronte in grande quantità – tanto gli obiettivi ufficiali, quanto quelli dei reparti militari specializzati o dei fotografi professionisti.

Senza dimenticare anche quelli che molti soldati portavano con sé. Macchine fotografiche quasi tascabili estratte e utilizzate per non perdere memoria di quello che si stava vivendo. Scatti che restituiscono attimi particolari di quella guerra, ormai lontana, ma estremamente radicata nel nostro tessuto sociale, politico ed economico.

I sei volumi fotografici della collana “La Prima Guerra Mondiale in Italia”, edita dal gruppo Repubblica-L’Espresso,  presentano un’intensa storia per immagini della Prima guerra mondiale, per rivivere i momenti più drammatici del conflitto in Italia. Il taglio tematico scelto per la pubblicazione mostra il lato sociale e umano della Grande Guerra: dalle snervanti battaglie nel fango delle trincee e fra le nevi perenni dell’alta montagna alla vita quotidiana sulla linea del fronte e nelle retrovie, fra i soldati ma anche in mezzo ai civili, alle donne e ai bambini, ai feriti, ai prigionieri e ai deportati.


DAL 24 luglio IN EDICOLA CON 


Fotografie d’epoca in gran parte inedite che, ancora oggi, a cento anni di distanza conservano un forte impatto emotivo. Immagini selezionate attraverso un imponente lavoro di ricerca, svolto da un’équipe di iconografi e storici non solo presso i più importanti archivi ma anche in musei, collezioni private e istituzioni locali. I testi, a cura di specialisti ma dal taglio divulgativo, ricostruiscono i diversi aspetti del primo conflitto mondiale e, nelle ampie didascalie, guidano il lettore alla scoperta del “racconto”, vivo e toccante, contenuto in ogni fotografia.